Porta il mare dove non si vede: "Controcorrente" è il murale di Buglisi a Cefalù

Scritto il 26/04/2022
da Comune di Cefalù

Progetto "Controcorrente" Autore Andrea Buglisi "L’opera che ho pensato di realizzare nelle due pareti gemelle propostemi dal Comune di Cefalù, affronta il tema del rapporto tra uomo, natura e ambiente. Ho rappresentato un paesaggio sottomarino fantastico, una Atlantide in salsa sicula reinventata attraverso il mio linguaggio artistico personale. Il mare, linfa vitale di questo territorio, da dove non si vede. Troviamo un banco di pesci azzurri, (presenti anche nello stemma comunale), figure umane (residenti e turisti), coralli e piante marine di diverse forme e colori e persino un’ improbabile dirigibile. Ogni cosa sembra convivere in maniera pacifica e serena con le altre. Le cromie nei toni pastello, sono tenui e calibrate con il contesto del quartiere di case popolari immerse nel verde. Alcuni elementi sembrano passare lentamente da una parete all’altra creando una composizione dinamica. Una sola sardina che fa da “chaise long” ad un giovane vestito con abiti contemporanei, viaggia nella direzione opposta. Essa rappresenta l’Arte e la capacità che ha di tracciare nuovi territori linguistici, ma allude anche ad una Amministrazione lungimirante che prima di molte altre, e in maniera “controcorrente”, si è impegnata concretamente nell’affrontare temi legati all’ecosostenibilità ambientale". Le opere dell'artista palermitano Buglisi approdano nel quartiere Spinito: "Da qui, non si vede il mare, così ce l'ho portato io"